Paurismo
Salve vi ricordate di me? Sono quello che una volta scriveva a raffica su Monaco, la Baviera, la Germania e la Galassia in genere. Sono anche quello che sosteneva che la maggior parte delle sfighe di questo pianeta sono una ciclopica presa per il culo. Ecco, ne sono ancora convinto e dopo i bagordi di capodanno e aver visto che la citta’ dei Monaci ha guadagnato le prime pagine dei giornali europei la mia certezza e’ solida: c’e’ un complotto mondiale fatto da ricchissimi pagliacci che realizza scherzi macabri a nostre spese. Speriamo che muoiano dal ridere.

Si era impegnati nella liturgia capodannesca, la seconda cerimonia religiosa piu’ importante dopo il Bagordo Natalizio. Si era gia’ parecchio alticci, almeno io ero cosi’ alticcio che ho percepito solo in sottofondo lo squillio di un cellulare e il relativo comunicato: hanno evacuato Hauptbahnhof a Monaco per rischio di attentati.
“eh va beh, amen, doveva succedere, mi passi lo sformato di tucano alle olive birmane?”
“ah e poi hanno evacuato anche la stazione di Pasing”
“Cooosa?!? Panico! Panicissimo!”
Gia’ perche’ se della gente si scomoda per fare un attentato a Pasing allora son cazzi, amarissimi e durissimi, perche’ e’ chiaro che la Cupola Pagliaccia e’ entrata in azione e con i pagliacci non si scherza. Con i terroristi forse, ma con i pagliaccisti mai.

Ci sono voluti dei giorni per capire cosa e’ successo, per capire che non e’ successo niente.
O meglio, siamo venuti a sapere hanno fermato dei tipi che hanno vaneggiato di attentati.
Le informazioni fornite da questi poveracci hanno portato alla formazione di diversi buchi nell’acqua. Quindi ci si stava rilassando, ma poi e’ arrivata un’informativa dei servizi francesi, i famosi 007 al camembert, quelli che hanno evitato gli attacchi a charlie hebdo e al bataklan…ecco quelli. Hanno mandato sta informativa e quindi fermi tutti, due grasse risate, ma poi per scaricare il barile le autorita’ tedesche hanno deciso di informare il volgo, metti caso che veramente i pagliaccioni mangiarane
per una volta ci azzeccano. Quindi hanno mandato il messaggio via Kat-Warn, il sistema che ti avvisa via smartphone se arriva un uragano, se hanno trovato una bomba della II guerra mondiale o se arriva Gigi D’alessio a presentare un film (e’ successo anche questo). Bello il messaggio, buono il servizio, sto ancora ridendo.
No sinceramente, se ti evacuano quelle stazioni verso le 22.30 di san silvestro c’e’ qualcosa che non torna. Perche’ abbombare un luogo normalmente affollato durante i giorni feriale e non cosi’ affollato in quelli festivi? Si’ certo c’erano le persone in transito per raggiungere i vari templi del fuoco artificiale e della copula propiziatoria, ma se volevi fare casino sceglievi altri luoghi e altri tempi.
Per esempio io assieme ad altri monacensi ci siamo rimasti malissimo perche’ non e’ successo nulla all’Oktoberfest.
No dico, se fossi un culallaria con gravi psicopatologie, quale migliore obiettivo se non dove si concentra l’alcool (male), il porco (molto male) e il sesso (molto malissimo) ?!? Invece niente, nemmeno un allarmino piccolo. Ci trascurano ecco.
E’ da qualche anno che ci aspettiamo un attentatello a Wiesn, al luogo satanico per eccellenza. Per questo la minaccia capodannesca non e’ stata presa troppo sul serio, non dalla gente normale intendo.
Seriamente, provate a pensare all’escalation del terrore: New York, Madrid, Parigi, Pasing.
Cosa verra’ dopo?! Golasecca? Trezzano sul Naviglio?!

Io due giorni dopo sono passato dalla stazione centrale, come faccio ormai periodicamente, tre volte la settimana. Tutto come al solito, tutto come prima, nessun segno di paura. Invece ho trovato il segno di pagliaccismo dilagante: i cubicoli del deposito bagagli.
Ho visto un sacco di telegiornali da bambino, ai tempi delle B.R. e sono stato di passaggio in UK ai tempi dell’Ira. Quindi ho stampato sulla pelle, come un tatuaggio, che in periodo di terrorismo la prima cosa che sparisce e’ il deposito bagagli umano e come conseguenza i cubicoli automatici, quelli dove metti dentro la roba e la ritiri dopo qualche ora pagando delle belle cifre.  In stazione centrale a monaco sono ancora tutti la’, come sempre.
Altra cosa che sparisce sono i cestini della spazzatura, ma quelli sono spariti da anni, non so se per terrorismo o perche’ qui sta andando tutto a ramengo.

Qualcuno ci deve essere rimasto male per lo scherzo mancato, per il fatto che la vita sembra scorrere come al solito.
Come quando metti il cuscino che fa le scorregge sotto il sedere di qualcuno e nessuno ride. Per questo i pagliaccioni ci hanno riprovato.
Due giorni fa, probabilmente per manutenzione hanno smontato un telefono pubblico alla stazione di…Pasing! Esatto, quella che ci piace. I tecnici hanno trovato una telecamera installata di nascosto, appoggiata su una spugnetta per lavare i piatti. Fermi tutti. Hanno chiamato gli antibombaroli e il cagnolino addestrato a sniffare esplosivi e’ andato fuori di matto. Rievacuazione.
Espertoni hanno portato macchinari a raggi X per identificare la bomba, ma niente, non hanno trovato niente. Il solo dato di fatto e’ che la telecamera posticcia e’ venuta in contatto con esplosivi, oppure il cagnolino antibombe e’ entrato in contatto con sostanze consumate dal suo addestratore.
Pero’ anche dopo questo fatto tranquilli, anzi no, anzi si’ ma poco. Sui giornali titoli allarmanti con comunicati e sottocomunicati, mentre le autorita’ ti dicono di far finta di niente.
Ecco qui le indicazioni della polizia:
tranqui
In sostanza, quello che si vuole comunicare e’: “non fatevi prendere dal panico, ma state preoccupati. Non modificate il vostro stile di vita, ma abbiate paura”. Paurismo appunto, come quando a Naja il nonno ti svegliava a notte fonda e ti sussurrava “dormi preoccupato”. E tu lo facevi.