Get a site

Fin dai tempi di Ludovico I Monaco si vanta di essere “la citta’ italiana piu’ a settentrione” e non a torto: architettura, composizione sociale, tendenza al godimento, effettiva vicinanza al bel paese fanno sentire i monacensi piu’ vicini all’italia che alla prussia.
Da lunedi’ hanno un motivo in piu’ per sentirsi uniti alle sorti del paese degli ulivi e dei cachi.
Fai un respirone e leggi il resto »

E’ vero sto scrivendo poco, non perche’ non abbia piu’ niente da dire, ma perche’ la vita si sta accorciando e le robe da fare prima di entrare nel sacello stanno aumentando.
Tra le tante cose di cui non scrivo, in particolare non scrivo della storia greca.
Il perche’ e’ ancora piu’ chiaro: ho gia’ scritto tutto il possibile, almeno dal lato tedesco.
Pero’ questa cosa la scrivo perche’ non so come si dice una cosa in italiano, cioe’ nemmeno in tedesco, non so proprio come esprimere il concetto.
Quando a scacchi si fa una patta, entrambi vincono, vuol dire che sono di forza eguale e si sono bilanciati, ci si stringe la mano ed entrambi sono, magari non contenti, ma almeno non abbattuti.
Ecco come si chiama quando invece tutti perdono?!
Fai un respirone e leggi il resto »

Ci sono cose che abbiamo sotto il naso, magari per anni e che non notiamo.
All’improvviso queste cose si illuminano, o si muovono e attirano la nostra attenzione facendoci dare una manata in faccia: come ho fatto a non accorgermi?!
Monaco e’ costellata di queste cose visibilissime eppure invisibili. Possono essere svastiche sopravvissute alla cancellazione del passato o simboli esoterici lampanti come il sole eppure avvolti dall’oscurità o infine possono essere persone che sono sempre state li’, dove passiamo ogni giorno e che mai abbiamo notato, presi dalle nostre cazzate elettroniche o dal dialogo mentale che avvolge la coscienza nella nebbia.

Fai un respirone e leggi il resto »

Ecco le 16 cose che fanno imbizzarrire i monacensi, come riportato
dal Muenchner Merkur. Ho fatto una libera traduzione e aggiunto i miei personalissimi commenti.
Cosa irrita i cittadini della citta’ dei monaci:
Fai un respirone e leggi il resto »

“Hanno suonato, chiuditi nel cesso, svelto!”
Il ragazzo si muove lentamente, sparisce in bagno, fa criccrac con la serratura.
La donna si avvicina alla porta, aspetta un attimo, il tempo di trattenere le lacrime
e poi apre.
Fai un respirone e leggi il resto »

Anche qui la guerra e’ finita, verso il 21 aprile e dopo un bombardamento a tappeto che ha completamente distrutto la citta’.
Vorrei ricordare e celebrare i partigiani tedeschi che hanno lottato contro il regime nazista, in solitudine o a fianco degli italiani, partigiani di cui ci si e’ dimenticati, morti anche nel ricordo e che non hanno un giorno dedicato.
Mi piace pensare che sia oggi.

Non sembra finire la lunga serie di psicodrammi che coivolge la Grecia e l’Europa tutta.
Il susseguirsi di colpi di scena con minacce, pianti e sbattimento di porte ci tiene tutti col fiato sospeso: come finira’ la serie? Morira’ la bellagnocca Grecia? E come faranno gli sceneggiatori a farla resuscitare la prossima serie? Si scoprira’ che era tutto un sogno? E come mai uno ha la sensazione di aver gia’ visto questo questo drammone? Beh, forse perche’ in effetti questo che vediamo e’ un remake hollywoodiano di una grande saga mandata in onda 180 anni fa.
Fai un respirone e leggi il resto »

Della lunga serie Krimi della citta’ di Monaco si e’ scritto l’ultimo capitolo di un romanzo giallo che ha per protagonista Hugendubel, la libreria, di Marienplatz.
Hugendubel e’ stata uccisa con un colpo di pistola alle spalle.
Fai un respirone e leggi il resto »

Fra tante brutture e sconfitte da parte del popolo bue, una cosa bella e una vittoria.
Si sa che Monaco e’ in preda di speculatori e oligarchi vari, di arraffini, immobiliari-squalo e politicanti inetti e collusi che poco fanno contro la stronzificazione dilagante. Sembra che ci si sia dati per vinti, che apaticamente si accetti una situazione e un insieme di regole aberranti come se fossero parola divina, come se cose come “legge di mercato” venga assuto come “legge fisica”.
Ogni tanto in fondo a questa cloaca appare un luccichio, un diamante caduto nella mota.
Fai un respirone e leggi il resto »

Da quando ho chiuso i boccaporti mediatici italiani sto molto meglio, dormo meglio, ho la faccia piu’ rilassata e anche la pelle ha guadagnato in lucentezza e idratazione.
Ci sono casi pero’ in cui un oblo’ rimane aperto e se c’e’ mare mosso entrano degli schizzi.
Purtroppo non sono schizzi d’acqua.
Fai un respirone e leggi il resto »

Powered by WordPress. Theme: Motion by 85ideas. .