kotz

Migliaia di stranieri e di autoctoni si sono organizzati, si sono riuniti in un posto ben preciso, si sono ubriacati e hanno molestato sessualmente le donne.
No non sto parlando dei tristi fatti di Colonia, ma di una normale edizione dell’Oktoberfest.
In olimpico ritardo (o in crasso anticipo sul 2016) pubblico le favoline poliziesche sull’oktoberfest, edizione 2015.

Rilevo un ulteriore incupimento del clima, vuoi per i numerosi problemi della citta’ (crisi immobiliare, crisi dei trasporti, arrivo dei rifugiati, sfighe varie), vuoi perche’ la festa sta perdendo sempre di piu’ la connotazione festaiola per assumere quella di degenerato bagordo.
Segnale brutto e’ l’invito da parte delle autorita’ alle famiglie con bambini di evitare l’oktoberfest in orario serale o magari di non andarci proprio. Pessimo veramente.
Anche le favoline poliziesche sono poverine di aneddoti, ci sono sempre meno episodi divertenti o strani, soppiantati da atti di varia meschinita’ che evito di riportare.
Ma badiamo ai numeri.

Nell’edizione del 2015 si rileva una diminuzione del numero di interventi della polizia, 2017 (2014: 2205 interventi / 2013: 2031 interventi), come anche c’e’ stata una diminuzione dei reati in genere di circa l’8%. In tutto nel 2015 sono stati denunciati 1191 reati, (2014: 1.290 / 2013: 1.525).
Il giorno che ha visto il picco di attivita’ criminosa, con 141 delitti e’ stato il sabato centrale, quello denominato il “weekend degli italiani”, ma pare che non ci sia nessuna correlazione.
Invece e’ aumentato il numero di arresti di circa il 5%, cioe’ 761 rispetto a 720 del 2014. Anche il numero delle persone arrestate e’ salito, 486 rispetto a 444 del 2014.
Isola tranquilla invece e’ Oide Wiese, che si conferma la soluzione ottimale per sfuggire al generale imbecerimento: 12 arresti, 3 in meno rispetto al 2014.
Invece sale tristemente il numero di risse a colpi di boccale: 47, nel 2014 erano 36.
Diminuisce il numero di borseggi: 339 (2014: 404 / 2013: 504).
Non si registrano problemi legati alla attuale (parliamo di ottobre eh) situazione dei rifugiati.
Nell’area dei delitti a sfondo sessuale si registra un sensibile aumento: sono stati denunciati 20 episodi (2014: 12 / 2013: 16 ).
A parte un tentativo di stupro sono stati registrati episodi di smanacciamento nei confronti di donne tramortite dall’alcool, smanacciamenti vari, atti di esibizionismo e insulti a sfondo sessuale.
Le infrazioni della legge sulle droghe sono state 231, nel 2014 erano 233, mentre i delitti legati allo spaccio di moneta falsa sono stati 21, come nel 2014. Come e’ noto i biglietti piu’ falsificati sono quelli da 20 euro, quindi attenzione.

Veniamo ora alla rassegna degli episodi piu’ interessanti che, come detto non e’ che facciano sbellicare dal ridere, ma visti i tempi bisogna accontentarsi.

1602. Italiano stende il braccino e viene arrestato.
Lunedi’ 21.09.2015 alle 20.10 un 51enne stendeva il braccio per eseguire il saluto nazista verso una pattuglia di polizia che attraversava la Wirtsbudenstraße. L’italiano veniva immediatamente arrestato e dopo aver fornito le generalita’ rilasciato.
[Questo per ricordare che il cosiddetto „Hitler-Gruß“, come l'ostentazione di simboli legati al nazionalsocialismo, in Germania e' vietato e puo' portare fino a tre anni di reclusione]

1612. Ubriaco intralcia i soccorsi e finisce in cella.
Martedi’ 22.09.2017 alle 17.00 il servizio d’ordine veniva chiamato a Familienplatzl dove trovavasi una persona giacente a terra. Un team di paramedici sopraggiungeva e cominciava le operazioni di soccorso.
L’intervento veniva osservato da un 47enne, ubriaco, che evidentemente male interpretava la situazione e cercava di allontanare con violenza i soccorritori. La veemenza dell’uomo era tale che alcuni poliziotti dovevano intervenire e immobilizzarlo a terra procurandogli ferite al naso e alla bocca. L’alcolizzato non si lasciava intimorire e cominciava a sputare un misto di sangue e saliva in direzione delle forze dell’ordine.
L’uomo veniva quindi condotto alla locale stazione di polizia e denunciato per ingiurie e aggressione.

1642. Arresto di un guardone telematico.
Un 65enne austriaco residente in germania, il giovedi’ 24.09.2015 alle 17.00 si introduceva senza farsi notare nella toilette per dame di un grosso tendone. Chiudendosi in uno dei bagni filmava le donne nelle cabine adiacenti. Una attenta visitatrice dell’oktoberfest, di 21 anni, notava la mano dell’uomo sporgere dal bordo inferiore della cabina, mano che reggeva una piccola telecamera. La ragazza informava quindi il servizio d’ordine che arrestava l’uomo in evidente stato di ebbrezza. I sopraggiunti agenti di polizia perquisivano l’austriaco e gli trovavano altre 4 minitelecamere.
L’uomo veniva denunciato, le telecamere requisite e veniva emesso un divieto di accesso all’oktoberfest.

1643. Giusto uno spuntino.
Un 26enne dalla bassa franconia, ubriaco, si dedicava ad atti di vandalismo giovedi 24.09.2015 alle 22.10.
Il servizio di sicurezza lo arrestava e lo consegnava alla polizia. Durante il tragitto verso il posto di polizia il giovane azzannava un poliziotto all’avambraccio e attraverso la giacca di pelle. Fortunatamente l’agente riportava solo una lieve emorragia.
Il francone mordace veniva quindi denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e aggressione.

1652. A volo di drone sull’Oktoberfest.
Un 28enne ucraino, sabato 26.09.2015 alle 11.45 voleva praticare il proprio hobby cinematografico. Faceva quindi volare un drone su cui era montata una telecamera. Il drone si alzava in volo dalle parti della Bavaria. Qui l’ucraino veniva atteso da una pattuglia di polizia che lo denunciava per violazione del codice di aviazione civile.

1657. All’assalto del tendone.
Un 21enne soldato americano, sabato 26.09.2015, poco prima di mezzanotte, scalava un tendone per poterci salire sul tetto.
Qui il soldato, intossicato dall’alcol metteva in pericolo la propria vita rischiando di cadere rovinosamente.
Grazie all’intervento di polizia e vigili del fuoco, il militare veniva portato a terra e qui, dopo il pagamento di una cauzione consegnato alla polizia militare americana.

1720. Vittima recidiva.
Martedi 29.09.2015 verso le 23.45, un giovane coreana si sedeva su una panchina della collina della bavaria. Qui, a causa dell’elevato tasso alcoolico si addormentava e diventava cosi’ vittima di un 38enne tedesco che ne abusava sessualmente.
Il 38enne veniva subito dopo arrestato, mentre la 35 coreana veniva affidata al servizio medico.
Dopo alcune investigazioni si apprendeva che la 35enne era gia’ stata molestata sessualmente, fra le 21.30 e le 22.30 da un 19enne algerino che veniva altresi’ arrestato.

1739. Borseggiatori parziali.
Alcuni investigatori in borghese di Monaco e di Ginevra osservavano, venerdi’ 2.10.2015 alle 17.00, come tre avventori italiani approfittavano del sopore di un uomo sulla collina della bavaria e gli prelevavano il cellulare. Alcuni momenti dopo, l’uomo si svegliava e constatava la sparizione del telefono, ma improvvisamente si presentava uno degli italiani che gli riportava il cellulare “perduto” e riceveva una ricompensa.
Appena i tre ripetevano l’impresa con un’altra persona addormentata, venivano arrestati e conddotti alla locale stazione di polizia, dove venivano trattenuti in quanto senza stabile residenza in Germania.

1740. Cannaiolo sfigato.
Sabato 03.10.2015 alla 1.10, un 23enne francese chiedeva ad un passate del fuoco per accendere lo spinello che si era appena rollato. Il passante si rivelava un poliziotto in borghese che prontamente arrestava il giovane e dopo una breve perquisizione trovava un’altra modica quantita di Marijuana.
Dopo il pagamento di una cauzione il ragazzo veniva rilasciato.

1743. Camion investe idrante a Oide-Wiese.
Venerdi’ 02.10.2015 alle 23.45, un camion faceva manovra urtava un idrante a Oide-Wiese. L’idrante veniva sradicato e la zona parzialmente allagata. I vigili del fuoco chiudevano temporaneamente la falla e calcolavano i danni stimandoli sui 3000 Euro.