In perfetto orario sul ritardo usuale pubblico il riassunto degli accadimenti all'oktoberfest edizione 2010, tutta roba presa dal sito della polizia bavarese, da racconti di parenti amici, da vita vissuta, da dicerie, leggende urbane e roba letta sui fogliacci tabloid.
Quindi tutto decine di volte piu' vero di un editoriale minzolino.

Dichiaro subito che, per questioni personali, io all'oktoberfest quest'anno non ci sono andato e ho persino passato lo scettro di "Grande Scassatore di Cazzo degli Italiani" alla personcina ammodo, visto che non avevo palle nemmeno per operare la giusta pressione sugli italici.
La personcina si e' comportata bene, mazzulando un gruppo di tre italiani che in metro' si sono permessi il seguente dialogo a pochi metri dalla suddetta personcina:
Italiano: "Si puo' fumare qua?"
Italiana: "Boh, pare di no"
Italiano: "E perche' no?"
Italiana: "Mah, li' c'e' il cartello di divieto"
Italiano: "Evabbe', ma perche' non si puo' fumare?"
Personcina ammodo (con voce acida): "PERCHE' E' VIETATO"

Ottenendo come conseguenza l'immediato ammutolimento degli italiani, secondo me congelati dal fatto che qualcuno si fosse permesso di farsi cazzi che non fossero i propri.

Al di la' di tutto l'oktoberfest e' andata bene, non ci sono stati attacchi terroristici come vaneggiavano i tabloid e c'e' perfino stato un calo generale dei crimini commessi, da 1484 a 1179 (-21%).
Vero e' che c'e'  stato un aumento delle rapine, salite rispetto all'anno scorso da 5 a 9 nello spazio dell'oktoberfest e da 4 a 13 nel circondario, segno che l'industria del crimine sta uscendo dalla crisi anche se lentamente.
Il numero dei delitti a sfondo sessuale e' calato passando da 29 a 23 (-21%), mentre il numero dei borseggi e' lievemente salito, da 358 a 374 (+4%). C'e' da dire che nel campo degli abusi sessuali ci sono da registrare solo 4 stuprettini, quelli fatti per bene con strappo delle mutande e tutto il resto, mentre gli altri casi sono pinzillacchere a cui hanno dato grande contributo gli italiani, cose come offese a sfondo sessuale, pastrugnamenti di mammelle, sbirciamento da sotto le gonne o tastamenti vari. Peccati veniali considerando quale sia la cultura magnaccia da cui scaturiscono i compatrioti.
Sono molto sarcastico sulla questione sessuale e saro' anche impopolare per quello che diro' ma se sei una giovane bellezza, per esempio su 16 anni, ti metti il dirndl, di imbriaghi come un pirata e poi ti sbaciucchi con un danese 23enne conosciuto li' per li', qualcosa ti dovra' pur succedere, specie se a 16 anni avresti avuto il diritto solo a berti una gazzosa.
Giustifico malamente anche la giovane donna che ha accettato l'invito di uno sconosciuto serbo che si e' offerto di accompagnarla in macchina ad una festa ma, forse per problemi di comunicazione, si e' ritrovata lei ad essere la protagonista della festa in un luogo appartato dove il serbo la accompagnata in macchina.
Ah l'importanza di conoscere le lingue!
Da registrare invece un preoccupante incremento delle lesioni personali e in particolare delle Maßkrugschlägerein, cioe' delle risse in cui si sono utilizzati i boccali. I casi sono passati da 43 a 62.
Le polemiche scaturite dall'introduzione dei sistemi di videosorveglianza si sono placate e tutti si sono convinti dell'utilita' del mezzo. Oltre a documentare aggressioni e furti sono serviti a catturare un cospicuo numero di trasgressori del pudore e cannonieri, i primi beccati a pastrugnarsi le pudenda in luoghi pubblici, i secondi a rollarsi canne sulla pubblica piazza quando anche i bambini sanno che in baviera puoi fare tutto quello che vuoi basta che non ti fai vedere.
Anche quest'anno si e' vista la partecipazione di un cospicuo contingente di poliziotti altoatesini che hanno potuto intervenire nei casi che hanno coinvolto gli italiani.

L'esperienza degli altri anni e' stata positiva e quindi il 2010 ha visto l'integrazione di un contingente di poliziotti bilingui francesi, per gestire le francesate.

Se andiamo nei dettagli c'e' poco da segnalare quest'anno, niente casi eclatanti e c'e' pure scappato il morto, che forse non sara' solo se i due personaggi attualmente in coma ci saluteranno.
Il morto e' un bassosassone (non un sassone basso) di 72 anni, completamente ubriaco, che all'uscita da un tendone, e' caduto battendo la testa. E' stato subito soccorso, ma durante le operazioni l'anziano ha opposto resistenza e una volta in ospedale e' stato colto da arresto cardiaco. La rianimazione non ha sortito effetto. Pare che l'arresto sia stato dovuto a rigurgito finito nei polmoni a causa dell'elevato tasso di intossicazione alcoolica. Pace.
Tra le lesioni personali c'e' da menzionare la rissa fatta scaturire da un tifoso del "Dynamo Dresden" dopo che, fra le nebbie alcooliche aveva intravisto un altro tifoso che indossava la maglietta del "Bersercker Dresden", squadra evidentemente invisa. L'offesa sotto forma di tessuto faceva scaturire il contenzioso dove il Dynamico Dresdese aveva la peggio e si beccava una gragnuola di pugni e di calci in testa finendo malamente in ospedale. Le sue condizioni sono ancora critiche e tutto cio' fa male al calcio.
Altro episodio "strano" riguarda un 39 enne serbo che per misteriosi motivi, forse una citazione cinematografica (vediamo chi indovina quale), si lanciava alle spalle e con noncuranza un boccale colpendo cosi' alla testa un avventore e mandandolo all'ospedale.
Peculiare invece la situazione creatasi all'interno di un WC chimico dove un 23enne canadese e' stato trovato mentre dava fuoco a tre pigne di fogli di carta igienica. Non si conoscono i motivi del gesto piromaniaco, ma si possono intuire le cause.

Gli italiani anche quest'anno non si sono fatti mancare nulla e quindi hanno occupato parecchio spazio nei rapporti polizieschi.
C'e' il borseggiatore italiano che sie e' fatto beccare dai poliziotti in borghese e c'e' il ladro gentiluomo, l'uomo delle pulizie italico che mentre puliva l'ufficio di un organizzatore dell'oktoberfest ha ripulito pure il tavolo ingombrato da 186 buoni pasto comprendenti mezzo pollo e un boccale di birra. L'uomo si e' fatto fregare dalla galanteria, avendo regalato a due belle bavaresi alcuni buoni che sono risulatati rubati.
Le infide e ingrate ragazze segnalavano ai tutori dell'ordine il generoso donatore facendolo arrestare.
Ah l'alemanna ingratitudine!
Complice la crisi mondiale gli italiani di questa edizione erano parecchio nervosetti, diventando protagonisti di violenze varie.
Segnalo la rissa fra un gruppo di italiani e uno di francesi, dove uno dei mangiarane improvvisamente lanciava un boccale, evitato dai pronti riflessi dati dai geni italici. Gli abitanti dello stivale rispondevano quindi a tono lanciando a loro volta i loro boccali e colpendo alla testa un lento franzoso che riportava la frattura della cervice.
Immancabile la storia del 21enne italiano che verso le 17.00 di un sabato scaricava doverosamente la vescica addosso ad un container adibito a panetteria. Un 22enne panettiere scaturito dal container, per interrompere l'antiigienica pratica sciacquava il pisciatore con una secchiata d'acqua, ma l'italico, disturbato nella sua doverosa minzione esprimeva il suo disappunto lanciando una pietra del peso approssimativo di 300 grammi verso il panettiere, mancandolo, ma centrando invece un venditore di Brezeln retrostante.
Gli italiani oltre che nel lancio del boccale si distinguono anche nel tiro a segno!
Altro incidente urinario ha coinvolto un altro 20enne italiano che, per risparmiarsi l'annoso viaggio verso la toilette, ha fatto la gran pensata di riempire un boccale di liquido ambrato, frutto di spremitura di reni invece che di fermentazione di malto. Redarguito da un gendarme il ventenne lanciava il suo prezioso boccale mancando il tutore dell'ordine il quale inchiodava l'italiano al suolo. Questo indomito e per reagire al sopruso mordeva l'agente ad un avambraccio. Il mordace avventore veniva rilasciato dopo il versamento di 750 Euro e spero dopo aver ricevuto un calcio nel culo.
Generalmente ho notato parecchio nervosismo italico e insofferenza quando i tutori dell'ordine ricordavano ai visitatori le normali norme di buona educazione per non parlare del codice penale.
Capisco l'insoddisfazione dei miei concittadini: come si puo' frenare la creativita' e l'esuberanza mediterranea con fredde e castranti regole?!
Motivo di orgoglio invece mi danno i numerosi casi in cui gli italiani hanno mostrato di avere stoffa di animali da monta.
Bisogna dire che in questi casi gioca l'elemento culturale, fonte di enorme incomprensione.
Per esempio nel caso del 40 enne che si e' permesso di toccare ripetutamente le terga a una 23enne e a una 27enne, e' chiaro che non si trattava di molestie ma di chiara dimostrazione di affetto, appresa dai governanti del belpaese. Per forza di cose il 40enne reagiva con un pugno quando un gendarme lo invitava a lasciare la tenda. Per diana, lasciare la tenda dopo aver mostrato amore per il prossimo?! Che mancanza di sensibilita'!
Poco amore hanno mostrato anche i poliziotti che hanno fermato il 35 enne espansivo che ha massaggiato l'acerbo seno di una 17enne e ha esplorato il suo mondo misterioso celato dalle gonne.
Accompagnati entrambi alla stazione di polizia l'italiano ha versato 400 Euro di cauzione mentre alla minorenne e' venuta una crisi psicotica dovuta anche al bel 2.48 per mille di alcool che si ritrovava nel sangue.
Onta invece sul 38enne turista italiano che approfittava dello stordimento di una 26enne australiana, la quale, svenuta dopo una maratona alcoolica offriva involontariamente il proprio corpo alle attenzioni smanacciose dell'italiano. Sentendosi osservato l'italiano interrompeva la generosa pratica rianimatoria e si allontanava, ma un infido e delatore 48enne tedesco riportava la scena ai tutori dell'ordine (spia malefica) che arrestavano il tenero italico.

Nonostante non abbia partecipato al baraccone annuale, ho pero' notato un certo incafonimento nelle italiche genti che hanno invaso la citta', come se l'amore che circonda gli abitanti della penisola non sia compreso da chi, come me, ha il cuore duro ed e' invaso dall'odio.
Forse dovremmo fare dei corsi per capire che se un italiano ti ficca le mani nelle mutande non lo fa per violentarti, ma per proteggerti con generosita' dai paduli.