Sempre piu‘ persone si affacciano al mio balcone virtuale e mi chiedono „Si‘ ma in Germania c’e‘ lavoro o no?!“.
Lo chiedono probabilmente perche‘ ricevono segnali contraddittori: da una parte dai media beceri che ti dicono che la Germania e‘ l’Eldorado, dall’altra da chi sta in Germania da anni e ti dice che qui non si batte chiodo.
Dov’e‘ la verita‘?! La verita‘ ovviamente sta nel mezzo, o meglio nel „dipende“.
A questa domanda „C’e‘ lavoro in Germania“ la risposta piu‘ sincera e onesta che si possa dare e‘ appunto „dipende“ e questa parola rende nervoso piu‘ di un italiano e solitamente fa imbizzarrire quella fetta consistente di italiani che ama di piu‘ farsi prendere per i fondelli piuttosto che andare a fondo delle cose.
La risposta „dipende“ la si usa anche per altre domande del tipo: „ma serve il tedesco per lavorare in germania?“ oppure „ma c’e‘ piu‘ lavoro a berlino, amburgo, monaco o francoforte?“. Dipende, dipende, dipende sempre.

Sul numero di Marzo di Deutsch Perfekt, rivista dedicata a chi vuole imparare o migliorare la lingua di Goethe e che vi consiglio caldamente, c’e‘ un articolo dedicato proprio alla ricerca di lavoro da parte di non tedeschi e risponde proprio a questa domanda. Sorpresa sorpresona la risposta di Deutsch Perfekt e‘…es kommt darauf an (dipende).
Andiamo quindi nel dettaglio.

Ma in Germania c’e‘ lavoro o no?
Dipende.
Per alcuni tipi di lavoro c’e‘ una forte concorrenza, per altri tipi di lavoro c’e‘ una carenza cronica di personale e quindi il lavoro non c’e‘ domani, non c’e‘ oggi, ma c’e‘ da ieri.
La rivista cita il caso di un gruppo di vietnamiti che ha fatto sia ausbildung come infermieri che corso di lingua e ha trovato lavoro col botto.
La Fondazione Bertelsmann ha calcolato che da qui al 2030 la Germania ha bisogno di almeno mezzo milione di infermieri.
Questi sono alcuni dei lavori per cui la domanda „Ma in Germania c’e‘ lavoro?“ la risposta e‘ un si‘ secco:
Medici
Ingegneri
Laureati in scienze naturali (in germania per  esempio: chimici, biologi, fisici)
Personale specializzato (qui la lista delle specializzazioni piu‘ richieste http://tinyurl.com/pfgpqr6)
Personale infermieristico piu‘ o meno specializzato, dai badanti ai paramedici
Educatori

Questo non vuol dire che automaticamente si e‘ coperti d’oro se si fanno questi lavori, molto c’e‘ da fare nel campo della lotta alla discriminazione,  si e‘ solo sicuri di trovare lavoro, poi per le condizioni si puo‘ aprire un capitolo a parte.

 

Ma per lavorare in Germania bisogna parlare tedesco?
Dipende.
Qui entriamo nel campo del buonsenso, una merce rara di questi tempi.
E‘ obbligatorio rispondere se chi fa questa domanda e‘ un medico o un infermiere?!
Quello che rispondo io a medici e infermieri se sono in buona e‘ che si‘ ovvio che bisogna sapere il tedesco, ma spesso il tedesco  non e‘ sufficiente e serve conoscere un minimo di bavarese o di svevo o di sassone o….
Invece per esperti nel settore IT il tedesco non e‘ immediatamente necessario, a meno che non si  richieda un contatto con i clienti, ma ovviamente e‘ un vantaggio. Quello che di solito sfugge e‘ che ovviamente il tedesco non serve ad un programmatore che si occupa di database, ma un DB manager smettera‘ ben di lavorare e vorra‘ avere una vita sociale. Ecco, se il nostro informatico non vive in una grande citta‘ avra‘ bisogno di parlare un minimo di tedesco almeno per andare fuori a bersi una birra in compagnia.
Inoltre l’informatico in questione dovra‘ ben fare l’anmeldung, cambiare le targhe della macchina, cercarsi un’assicurazione etc…e non e‘ detto che trovi gente che parli inglese o che abbia una segretaria disposta a sbrigargli pratiche personali.

 Ma lo zio del cugino di mia cognata ha trovato lavoro senza parlare tedesco. Come ha fatto?
Dipende.
La cosa migliore e‘ chiederglielo ma di storie cosi‘ ne ho sentite a pacchi e investigando saltava fuori che lo zio del cugino della cognata aveva il figlio del genero del vicino di casa che stava in Germania da anni, che l’ha ospitato per sei mesi e che lo ha portato in giro facendogli da interprete presso uffici pubblici e cantieri.
Ho conosciuto persone che non parlavano una parola di niente se non di bulgaro, albanese o rumeno e dove tutto veniva gestito dal datore di lavoro. Ora, il datore di lavoro poteva essere la persona piu‘ onesta del mondo o poteva essere un manigoldo che faceva lavorare i dipendenti in nero, non versava contributi e in caso di contenzioso minacciava di denunciali per immigrazione illegale.
Tu hai qualcuno disposto a farti da balia? E se ce l’hai ti fidi? Se rispondi si‘ a entrambe le domande cosa aspetti? Parti subito.

Ma c’e‘ piu‘ lavoro a Monaco, Berlino, Amburgo o a Francoforte?
Dipende.
Che lavoro fai? Se sei un operatore di gru scarica-container  per te ci sara‘ piu‘ lavoro ad Amburgo che a Monaco. Se sei un ingegnere aerospaziale forse a Monaco hai piu‘ possibilita‘, mentre se sei un artista a Monaco morirai di fame mentre a Berlino…magari anche pero‘ insieme ad altri artisti mentre se sei un operatore finanziario o un informatico specializzato in SW finanziari allora forse a Francoforte troverai il paradiso.

E se invece non faccio un lavoro richiesto, ho possibilita‘?
Dipende.
Meno il lavoro che fai e‘ richiesto e piu‘ dovrai sbatterti per convincere il datore di lavoro a prenderti.
Piu‘ concorrenza hai e piu‘ dovrai venderti bene, magari mostrando la tua buona volonta‘, l’intraprendenza e soprattutto l’affidabilita‘.  In questi casi e‘ praticamente inutile mandare dei CV dall’italia, nessuno prendera‘ te che manco ti si vede in faccia e si dara‘ la precedenza al polacco che e‘ sul posto, parla tedesco e mostra di essere affidabile.
Questo non vuol dire che e‘ impossibile trovare lavoro se sei un muratore 40enne, ma se sei un muratore 40enne, non hai uno zio del cugino della cognata in germania, non hai un capocantiere che ti introduce nell’ambiente e inoltre non ti sbatti parecchio e te ne stai in italia, allora si‘ hai praticamente zero possibilita‘.

Ok, rischio, vengo li‘ e mi metto a cercare. Quanto mi devo portare?Dipende.
Se cerchi nell’area di monaco sappi che la situazione immobiliare e‘ folle e anche trovare una soluzione temporane e‘ difficile o costoso.
Alla peggio che ti puo‘ andare starai in ostello, per una spesa di circa 20Euro a notte e sono gia‘ 600Euro al mese. Poi dovrai mangiare, girare coi mezzi (o fare benzina) e magari rilassarti un attimo.
Direi che avresti bisogno di 800-1000Euro al mese  e a seconda della difficolta‘ a trovare il posto potresti spendere 4000 Euro prima di trovare qualcosa. Se questi sono tutti i tuoi risparmi pensaci bene e magari prendi informazioni, metti giu‘ un progetto dettagliato e parla con le persone in germania del tuo progetto evitando la solita frase perdente „cerco lavoro“ senza nemmeno specificare che tipo di lavoro.

Meglio cercare nelle grandi citta‘ o in quelle piccole?
Dipende.
Se cerchi nel campo IT forse le grandi citta‘ fanno per te. Invece se sei un medico sappi che ci sono grossissimi problemi a trovare medici nelle citta‘ piccole o peggio nelle aree rurali, quindi questo tipo di personale e‘ richiestissimo.
Potresti pensare al limite di fare il sacrificio e trovarti un lavoro in culo ai lupi, magari per migliorare il tuo tedesco (o il bavarese o lo svevo ecc…) e poi fare il salto verso una grande citta‘.

Ecco ho finito coi miei „dipende“.